I pharmacoi, quelli buoni…

Bene, riprendiamo da dove eravamo rimasti. Dai farmaci! Nell'accezione classica, il termine pharmakon assume un doppio significato. Se aveste letto gli scorsi articoli, sapreste di certo che il termine in questione è una vox media. Siccome sono una brava donna (o uomo, chi lo sa...), vi rinfresco la memoria: una vox media può esplicare un... Continue Reading →

Capitolo 7 – Maya Diaz

Il ragazzo fumava, in un vicolo. Era vestito di stracci. Ai piedi un paio di scarpe bucate, scolorite dai troppi lavaggi. Prese con l’indice e il pollice la sigaretta, distanziandola leggermente dalla bocca. Espirò un denso fumo bianco. L’aroma pungente sprigionato dalle illecite sostanze contenute nella cosiddetta sigaretta riempirono il vicolo in pochi secondi. “Non... Continue Reading →

Si scrive tragedia, si legge universo – parte 2

Negli articoli precedenti sono stati messi in evidenza due concetti chiave, Hybris e Nemesis, ricorrenti sia nell'epos che nella tragedia greca. Come si era detto nella prima parte dell'articolo, il mito rappresenta un immenso oceano di concetti. Sulla superficie è possibile distinguere chiaramente Hybris e Nemesis. Andando più a fondo, appaiono Dike, il nostos, il... Continue Reading →

Capitolo 3 – L’ultimo testimone

Una volta in macchina, Andrea cercò di concentrarsi. Abbassò il finestrino e accese una sigaretta. Diede un'occhiata al fascicolo, che prima aveva letto solo di sfuggita. Effettivamente il caso sembrava di una banalità inaudita. L'affittuario, infuriato, aveva fatto irruzione nell'appartamento perché da più di due mesi ormai l'uomo non pagava l'affitto, né rispondeva al telefono.... Continue Reading →

Capitolo 2 – Omicidio a sangue freddo

Manzese uscì dal locale con passo svelto. Oltrepassò la centrale proseguendo sempre dritto, fino ad arrivare ad un piccolo incrocio quasi sempre deserto, poi girò a destra rimanendo sempre sul lungo marciapiede che correva accanto alla tangenziale. Il sole stava tramontando e i bagliori del centro città a meno di duecento metri di distanza cominciavano... Continue Reading →

Hybris

Come brevemente accennato nell’articolo principale, il termine indica la superbia, la tracotanza di esseri mortali o divinità minori nei confronti degli dei olimpici. Secondo gli antichi greci, la grandezza dell’eroe sta nella consapevolezza dei propri limiti mortali. La pena? Un’eternità ricca di stenti. In questo approfondimento, però, ci soffermeremo sui singoli peccati di Hybris, non... Continue Reading →

Si scrive tragedia, si legge universo – parte 1

Prima di affrontare l’interrogativo posto nello scorso articolo , risulta fondamentale presentare almeno sinteticamente le numerose tematiche insite nella tragedia greca. In questo articolo chiarirò brevemente le più ricorrenti. In tal modo, chi avrà impegni inderogabili (partite a fifa, aperitivo con le amiche, champions league, games of thrones, etc..) potrà saltare direttamente al prossimo articolo,... Continue Reading →

Che tragedia! E adesso?

La parola tragedia viene spesso usata nella quotidianità per indicare eventi sventurati, con accezione del tutto negativa. L'utilizzo del termine in questione con significato esclusivamente negativo risulta estremamente riduttivo e, perché no, anche offensivo nei confronti degli antichi greci, che vissero la tragedia con innata passione. Ma andiamo con ordine, prima le cose pallose. Etimologicamente la... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑