COME MIGLIORARE LA SCRITTURA

SCIENZA O ESPERIENZA?

Bene, passiamo alle cose fighe. Dopo l’articolo di settimana scorsa (Allenare la creatività: è possibile?), nel quale ci siamo interrogati sulle possibilità di allenare la creatività,  arriva il momento della scrittura. Finalmente! Però…c’è un però. Se ti aspetti il solito articoletto con titolo clickbate, privo di qualsiasi fondamento oggettivo, contenente le REGOLE DEFINITIVE DELLA SCRITTURA o LE CINQUE COSE CHE DOVETE SAPERE PRIMA DI INIZIARE A SCRIVERE, chiudi questa pagina. Anzi, copia una delle due frasi in maiuscolo, poi incolla su un qualsiasi browser e inizia a leggere ciò che trovi. E, te lo garantisco, troverai tantissima roba. Se invece vuoi conoscere i risultati di studi scientifici nel campo della scrittura, continua pure.

IL METODO INFALLIBILE

Chiariamolo una volta per tutte: non esiste la scorciatoia, o il metodo definitivo. Come abbiamo ricordato negli scorsi articoli, il genio innato non esiste. Il duro lavoro fa la differenza, provato scientificamente da anni e da migliaia di pubblicazioni. Purtroppo…o per fortuna. Dico per fortuna, perchè la chiave utile a sbloccare il talento viene spesso dalla comprensione dei requisiti, delle abilità che vanno migliorate per arrivare alla nostra meta. Così nella scrittura, come nello sport e nella vita in generale. Volete degli esempi? Andate a rilegere i nostri articoli nella sezione Lettura, creatività e cervello e capirete. L’inesistenza di un unico metodo che ci porti al successo rende ognuno di noi libero di trovare il proprio metodo, arrivando allo stesso risultato attraverso strade completamente diverse. Non a caso, libertà fa rima con creatività. Quali sono, allora, le abilità legate alla scrittura?

IL POTERE DEI CONCETTI

Imparare a memoria la lezione o comprenderne i concetti ad essa legati? Cos’è più semplice, secondo voi? La prima, ovviamente. Imparo tutto a memoria, magari anche in poco tempo. Poi prendo dieci a scuola, la maestra è contenta, la mamma pure. Il maggior risutato con il minimo sforzo. Nel breve periodo, sicuramente. Tuttavia, comprendere i concetti rende più semplice l’apprendere nuove informazioni collegate ad esso. Se ho compreso bene i meccanismi grammaticali della lingua spagnola, sarà per me più semplice imparare a parlare, a leggere e a scrivere lo spagnolo. Se, invece, ho imparato a memoria i passaggi per ripeterli all’insegnante, sarò pieno di incertezze, insicuro nel leggere e nello scrivere. Esempio non casuale, bellissima e intelligente lettrice. O lettore, sempre bellissimo, ma non altrettanto intelligente. Come avrete letto su altri siti, leggere molto aiuta a migliorare la propria scrittura. Si, ma…leggere e basta? No…leggere e comprendere a fondo ciò che si è letto. Questo particolare, che a molto potrebbe sembrare insignificante, è invece fondamentale. Alcuni dei miei colleghi si vantano di aver letto più di cento libri in tre mesi. WOWOWOWOWOW!! Il dato è tuttavia puramente quantitativo. La qualità fa la differenza. Sempre. Fermatevi ogni tanto ad analizzare una frase, un paragrafo dei vostri autori preferiti. Osservate come caratterizza gli ambienti, i personaggi, lo spazio e il tempo. Cercate di carpire come egli piega a suo piacimento gli eventi. E non cercate di comprendere lo scrittore in questione leggendo articoli, o peggio libri che parlano del suo modo di scrivere, dei temi che tratta, etc… ANDATE A VEDERE COI VOSTRI OCCHI, SUL LIBRO CHE VI PIACE. L’osservatore, spesso inconsapevolmente, esalta l’opera che osserva con idee e ragionamenti dei quali l’autore stesso ignora l’esistenza.

SCIENCE SAYS

L’articolo di oggi è disponibile su pubmed (ecco il link), pubblicato nel 2013. Studenti con un’età compresa tra i 18 e i 24 anni sono stati sottoposti ad un training al computer per aumentare le loro abilità di lettura e scrittura. Il training al computer prevedeva una lezione giornaliera di un’ora al giorno, per cinque giorni a settimana. Per undici settimane. I risultati del gruppo di studenti sottoposti al training sono stati confrontati con i risultati di un gruppo di studenti sottoposto alle normali attività scolastiche. Le analisi statistiche hanno mostrato un miglioramento significativo dei ragazzi sottoposti al training. Da notare, nonostante il gruppo training partisse da un livello iniziale più basso di abilità nel leggere e scrivere, ha ottenuto risultati superiori rispetto all’altro gruppo.

In cosa consisteva il training a computer? Ecco le abilità allenate:

  • Linguistica generale
  • Percezione uditiva del linguaggio
  • Comprensione
  • Costruzione di frasi, paragrafi
  • Attenzione, memoria, ragionamento

Tutto questo in ottica incrementale, per aumentare la motivazione dei ragazzi. Come un gioco virtuale: fai meglio, sblocca un nuovo livello. Pensi che sia possibile replicare una cosa del genere, a casa tua, adesso? Certo che puoi, ma…

  • Leggi, non importa se poco o molto, ma soffermati a comprendere a fondo le caratteristiche del libro che stai leggendo.
  • Inizia a scrivere, anche se non ti senti pronto. Scrivi della vicina che porta il cane fuori a pisciare alle tre di notte, della mamma che prepara la torta la domenica, del gatto che dorme sul divano col nonno.
  • Esercitati in continuazione, sii sincero con te stesso. Confronta quello che scrivi con le opere dei grandi autori, vedi quali sono le differenze e migliora il tuo stile.
  • Sii costante. Come hai potuto notare, i ragazzi sottoposti al training si sono allenati per un’ora al giorno, undici settimane filate. Un’ora al giorno è troppo? Inizia con due, tre a settimana.
  • Poni degli obiettivi raggiungibili nel breve termine. Superarli sarà fonte di motivazione, permettendoti di continuare a migliorare ancora e ancora!

Spunti graditi, questi. Ottenuti dalla scienza, confermati dall’esperienza personale. Come ho detto, spunti, non verità assolute. Trovate la vostra strada, il vostro modo. E via, di corsa fino alla ferrovia.

Perchè tutto è relativo

Tragodia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...